INTERESTS

Interior design as User Experience

Interior design as User Experience

Leave review
Spinto dal numero sempre crescente di aziende startup; il modo in cui lavoriamo e il modo in cui ci relazioniamo al lavoro si sono gradualmente spostati e sono stati liberati dai tradizionali vincoli di localizzazione. Il lavoro è diventato più nomad

Tema: Contract interior design trends

Motivo: Come stare bene in ufficio

Spinto dal numero sempre crescente di aziende startup; il modo in cui lavoriamo e il modo in cui ci relazioniamo al lavoro si sono gradualmente spostati e sono stati liberati dai tradizionali vincoli di localizzazione. Il lavoro è diventato più nomade, collaborativo, informale e conviviale. Un ufficio non è più solo un ufficio, può essere pensato come una casa lontano da casa, un luogo multifunzionale in cui lavorare è solo una delle tante cose che si possono fare, oltre a incontrare e interagire con altre persone, rilassarsi, condividere pasti con i colleghi, o semplicemente divertirsi.

Gli spazi di co-working hanno iniziato la tendenza, ma le grandi aziende hanno seguito rapidamente l'esempio rendendosi conto che questi spazi erano anche un modo innovativo di mostrare il loro stile e i valori aziendali. 

Caffè, hotel, musei e altri spazi pubblici hanno anche preso la tendenza come un modo per attirare un nuovo pubblico. La creazione di luoghi di lavoro atipici, conviviali e attentamente progettati è diventata un must: l'ufficio si sta trasformando in uno spazio ricco e diversificato in cui il design è importante come in casa.

La ricerca di far stare bene le persone negli spazi contract e allo stesso tempo offrire un’esperienza riduci gli assenze per malattia e motiva il personale Uffici), attira le persone (alberghi, bar, ristoranti) e trasmette un’identità forte del brand.

Spesso è soltanto una questione di creatività, non di budget.

Read More
Quando i pendolare sono considerati clienti

Quando i pendolari sono considerati clienti

Leave review
L'architetto vincitore del premio Pritzker Kazuyo Sejima  ha progettato il treno pendolare Laview con enormi finestrini per passeggeri e un naso di vetro curvo, che è ora operativo tra Tokyo e Saitama. Sejima intendeva che le carrozze facessero senti

Tema: trasporto e design

Motivo: aumentare l’uso del trasporto pubblico

L'architetto vincitore del premio Pritzker Kazuyo Sejima  ha progettato il treno pendolare Laview con enormi finestrini per passeggeri e un naso di vetro curvo, che è ora operativo tra Tokyo e Saitama.

Sejima intendeva che le carrozze facessero sentire i passeggeri rilassati, come se fossero a casa piuttosto che viaggiare con i mezzi pubblici.

Le finestre sono posizionate lungo ogni carrello a intervalli regolari. Ogni finestrino del passeggero è di 135 centimetri per 158 centimetri e la parte inferiore di ciascun pannello scende ben al di sotto del solito punto sui treni pendolari regolari, per consentire ai passeggeri di godere di "ampie viste panoramiche".

Ogni treno ha otto vagoni, con una capacità totale di 422 posti. Sejima ha progettato sia il concetto di design, sia l'esterno che l'interno delle carrozze, con sedili simili a divani rivestiti in un materiale giallo brillante.

L'esterno a specchio è stato creato con una vernice in alluminio appositamente sviluppata per il treno Laview. Il grado di riflessione che la superficie esterna avrebbe offerto "è stato attentamente studiato per mostrare una nuova impressione del paesaggio".

L'illuminazione delle carrozze è volutamente delicata e indiretta dal soffitto a volta del treno. Sejima ha collaborato con Shozo Toyohisa all'illuminazione, che si adatta durante il giorno per creare l'atmosfera più rilassante a seconda dell'ora del giorno.

Read More
Pornhub lancia la campagna Dirtiest Porn Ever

Pornhub lancia la campagna Dirtiest Porn Ever

Leave review
Il sito di video per adulti Pornhub ha filmato un film su una spiaggia piena di rifiuti per raccogliere fondi per rimuovere la plastica dagli oceani del mondo. Ogni volta che viene riprodotto il porno più sporco di sempre, Pornhub farà una donazione

Tema: Ambiente

Motivo: Pornhub è uno dei siti che raggiunge il più alto numero di persone al mondo

Il sito di video per adulti Pornhub ha filmato un film su una spiaggia piena di rifiuti per raccogliere fondi per rimuovere la plastica dagli oceani del mondo. Ogni volta che viene riprodotto il porno più sporco di sempre, Pornhub farà una donazione a  Ocean Polymers, un'organizzazione senza scopo di lucro che sta pianificando di lanciare una nave per raccogliere e rielaborare la plastica dal mare.

"Siamo sporchi qui a Pornhub, ma ciò non significa che le nostre spiagge debbano essere", ha spiegato Corey Price, vice presidente di Pornhub.

"L'inquinamento degli oceani è cresciuto fino a diventare uno dei problemi globali più significativi della nostra vita e sta solo peggiorando", ha continuato Price.

"Ecco perché è indispensabile che utilizziamo la nostra piattaforma per sensibilizzare e ispirare il cambiamento - non solo per il momento ma per le generazioni a venire".

Accanto al video, Pornhub ha creato un sito Web che consiglia ai suoi spettatori come possono aiutare a evitare che le materie plastiche monouso finiscano nell'oceano.

Il sito delinea tre passaggi per aiutarti: acquistare meno plastica possibile, riciclare tutta la plastica monouso e pulire dopo te stesso se ti godi i grandi spazi aperti.

Ocean Polymers ritiene che lavorare con Pornhub contribuirà a diffondere il messaggio sull'inquinamento da materie plastiche a persone che altrimenti non potrebbero essere consapevoli.

"Siamo tutti parte del problema e dobbiamo lavorare insieme per trovare soluzioni", ha affermato Heather Wigglesworth, direttore esecutivo di Ocean Polymers. "Questo è un marchio con una portata globale significativa che abbraccia tutti i dati demografici, quindi è una piattaforma molto efficace per sensibilizzare e sostenere la crisi che affrontiamo oggi nei nostri oceani. Sarebbe bello vedere più aziende di queste dimensioni e statura prendere il stessa responsabilità con il pubblico che coinvolgono."

Siamo tutti coinvolti.

Read More